Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BRUXELLES - Meno sperimentazioni sugli animali e meno sofferenze per le cavie: è l'obiettivo della nuova direttiva, approvata oggi in via definitiva dall'Europarlamento in sessione plenaria a Strasburgo.
La direttiva prevede l'obbligo per le autorita' competenti nazionali di valutare le implicazioni sul benessere degli animali per ogni test scientifico effettuato, con l'obiettivo di promuovere inoltre metodi alternativi di ricerca. Essa stabilisce anche limiti piu' severi per l'uso di primati e un regime di ispezioni per assicurare il rispetto delle regole.
Un'altra disposizione garantisce che potranno essere approvate solo le procedure di sperimentazione che provocano il minimo di dolore, sofferenza e angoscia possibile. L'utilizzo di animali è consentito per la ricerca di base e per la cura di malattie di esseri umani, animali o piante, i test di efficacia dei farmaci, per l'insegnamento superiore e le indagini medico-legali.
Gli Stati membri avranno ora due anni per conformarsi alle nuove regole.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS