Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Volkswagen ha assicurato anche alle autorità svizzere che si accollerà eventuali supplementi di tassa di circolazione sui veicoli inquinanti dopo lo scandalo delle emissioni truccate.

Il CEO Matthias Müller ha inviato una lettera in questo senso ai ministri delle Finanze della Ue e la notifica è giunta anche al dipartimento di Eveline Widmer-Schlumpf, secondo quanto ha confermato la portavoce Nadia Batzig.

"Il gruppo Volkswagen - annuncia Müller - garantirà il conguaglio di eventuali maggiori tasse". Il CEO chiede ai ministri di inviare il conto delle tasse supplementari direttamente all'indirizzo di Wolfsburg, salvaguardando i clienti.

Impossibile per ora, vista la complessità del caso - spiega Müller - fornire cifre precise sul numero delle auto coinvolte nel caso CO2. La stima è di 800 mila veicoli, tra cui anche auto a benzina: "Almeno 90 mila", secondo il ministero dei Trasporti tedesco.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS