Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Volkswagen resterà nell'Acea, l'associazione dei costruttori europei. Lo ha detto il CEO del gruppo tedesco, Martin Winterkorn, parlando con i giornalisti alla presentazione dei nuovi modelli della casa di Wolfsburg a Parigi.

Le posizioni con l'amministratore delegato della Fiat, Sergio Marchionne, sul problema della sovracapacità produttiva in Europa restano però distanti. "Non dovremmo neppure discutere di chiedere soldi a Bruxelles per chiudere delle fabbriche", ha affermato Winterkorn. "Ci sono già stati dei sostegni dei governi per tenere gli stabilimenti aperti. Non capisco come si possa chiedere aiuti per tagliare posti di lavoro".

Anche il direttore finanziario di Volkswagen Hans-Dieter Poetsch ritiene "irrazionale" la proposta di un coordinamento europeo sulla sovracapacità produttiva e "vede un problema" nel fatto che Marchionne non differenzi il suo ruolo in Fiat da quello di presidente dell'Acea.

Poetsch non esclude un peggioramento del mercato dell'auto in Europa e ritiene che lo sviluppo futuro dipenderà dalle misure politiche per far fronte al debito.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS