Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Federazione svizzera delle associazioni giovanili (FSAG) si schiera in favore dell'iniziativa popolare "Sì all'abolizione del servizio militare obbligatorio", in votazione il prossimo 22 settembre. La modifica costituzionale permetterebbe ai giovani di disporre di tre opzioni, tutte sullo stesso piano: svolgere il servizio militare, impegnarsi per il servizio civile o rinunciare ad entrambi gli impieghi, argomenta la FSAG in un comunicato odierno.

Particolarmente importante, agli occhi dell'organizzazione che riunisce circa 60 associazioni, è il fatto che il servizio civile si aprirebbe in tal modo anche alle donne e agli stranieri residenti in Svizzera: tutti potrebbero dare così il loro contributo in favore della comunità.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS