Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Sembra delinearsi un no all'iniziativa popolare contro il fumo passivo e un nettissimo sì alla Formazione musicale dei giovani, mentre rimane del tutto incerta la sorte della Sicurezza dell'alloggio per i pensionati, che perde consensi. Questo il risultato che emerge dal secondo sondaggio commissionato dalla SSR all'istituto gfs.bern su questa materia.

Se si fosse votato la scorsa fine settimana, il 52% degli aventi diritto avrebbe bocciato l'iniziativa sul fumo, contro il 41% di favorevoli e il 7% di indecisi. Rispetto al primo sondaggio di un mese fa, i favorevoli all'iniziativa della Lega polmonare sono nettamente calati, facendo pendere la bilancia verso il no.

Secondo gli autori del sondaggio, che hanno interrogato 1404 persone in tutta la Svizzera, nel corso della campagna per la votazione i favorevoli all'iniziativa contro il fumo passivo hanno perso smalto, mentre la lobby dei contrari è andata vieppiù rafforzandosi.

Anche per quanto concerne l'iniziativa "Sicurezza dell'alloggio" c'è da segnalare un mutamento di opinioni: i favorevoli sono il 46% (erano il 55%), i contrari 35% (25%). Molto alta la quota degli indecisi, a poco meno di due settimane dalla votazione: 19%.

Nessun problema per il terzo oggetto sottoposto al popolo, ossia il Decreto federale sulla promozione della formazione musicale dei giovani, nato come controprogetto all'iniziativa popolare "gioventù + musica" (nel frattempo ritirata). Il 73% è a favore (un mese fa il 68%), il 17% (23%) è contrario. Gli elettori di tutti i partiti lo sostengono, con percentuali molto alte. Il 10% dice di non sapere come votare.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS