Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BERNA - Sembra essere iniziata bene la campagna a favore della revisione della Legge sull'assicurazione contro la disoccupazione (LADI) in votazione il prossimo 26 settembre. Se si fosse andati alle urne lo scorso fine settimana la proposta sarebbe stata accettata con il 49% dei "sì". I "no" avrebbero rappresentato il 25%. Lo rileva un sondaggio della SRG SSR idée suisse pubblicato oggi e condotto dall'Istituto di ricerca gfs.berna, precisando che gli indecisi erano il 26%.
Le risposte degli intervistati nell'indagine, effettuata tra il 9 e il 14 agosto presso 1204 aventi diritto di voto, rispecchiano ampiamente le posizioni tenute dai principali partiti nel corso della campagna. A favore della revisione si sono espressi prevalentemente i simpatizzanti dei partiti borghesi, primi fra tutti i sostenitori del PPD (61%), seguiti da PLR (59%) e UDC (55%). La maggioranza dei "no" è stata indicata dagli ecologisti (59% dei no) e dai socialisti (42% di no contro un 36% di sì). Nel gruppo dei senza partito, molti erano ancora gli indecisi (38%). Il 46% era a favore e il 16% contrario. Il margine di errore del sondaggio è pari a +/- 2,9%.
Complessivamente è stato evidenziato che le intenzioni di voto non sono ancora sufficientemente radicate. Il 34% ha espresso la volontà di andare a votare, si tratta di una percentuale sotto la media.
A livello di regioni linguistiche, in questo primo sondaggio non si evidenziano grandi differenze: nella Svizzera tedesca i favorevoli alla revisione sono stati il 51% e i contrari il 23%, nella Svizzera francese i "sì" hanno rappresentato il 43% e i "no" il 34% e nella Svizzera italiana, la proposta è stata sostenuta dal 46% e respinta dal 20%. Nella Svizzera latina, nelle precedenti votazioni riguardo a revisioni sull'assicurazione disoccupazione si era sempre evidenziata una chiara opposizione.
Quanto alle argomentazioni per giustificare la loro presa di posizione, il 68% degli interrogati a favore della revisione ha sostenuto tra l'altro che l'assicurazione contro la disoccupazione comporta numerosi abusi. L'84% dei contrari ha puntato essenzialmente sul fatto che proprio in tempi di difficoltà economiche la LADI non dovrebbe essere smantellata.
L'Istituto gfs.berna condurrà su incarico della SRG SSR un secondo sondaggio prima delle votazioni del 26 settembre.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS