Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Economiesuisse invita a votare due "no" il prossimo 8 marzo. La Federazione delle imprese svizzere respinge l'iniziativa "Imposta sull'energia invece dell'IVA" dei Verdi liberali poiché "stravolgerebbe il sistema fiscale elvetico e metterebbe in pericolo il finanziamento dello Stato".

In una nota, Economiesuisse sostiene che l'imposta sull'energia peserebbe soprattutto sulla piazza economica svizzera. Le PMI sono già oggi messe a dura prova con il franco forte. Il solo prezzo del litro di benzina dovrebbe inoltre essere aumentato di circa 3 franchi, afferma.

Il Comitato direttivo di Economiesuisse boccia anche all'iniziativa del PPD che vuole esentare dalle imposte gli assegni per i figli e quelli di formazione. "Gli ambienti economici - si legge nella nota - si oppongono soprattutto alla possibilità di un maggiore ricorso alle riduzioni di premi di cassa malati o altre sovvenzioni statali, conseguenti alla diminuzione dei redditi imponibili". Il testo dei democristiani è inoltre contrario al sistema fiscale svizzero che prende in considerazione tutti gli elementi del reddito per calcolare l'imposta.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS