Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BERNA - Dopo lo spoglio parziale in alcuni cantoni si delinea una chiara bocciatura per la riduzione dell'aliquota minima di conversione del secondo pilastro e per l'avvocato degli animali, due degli oggetti sottoposti oggi al giudizio dell'elettorato elvetico. L'articolo costituzionale sulla ricerca sull'essere umano invece gode di un ampio appoggio.
La modifica della Legge federale sulla previdenza professionale per la vecchiaia, i superstiti e l'invalidità (LPP) a Ginevra, dopo lo spoglio del 90% delle schede, è respinta dal 79% dei votanti, indica il sito del Cantone. La tendenza è analoga a Basilea Città e a Zurigo. Stando ad una proiezione dell'Ufficio cantonale zurighese di statistica l'abbassamento dell'aliquota minima di conversione raccoglie il 32,3% di consensi.
A Zurigo, che già conosce a livello cantonale l'avvocato degli animali, l'istituzione di tale figura a livello nazionale sarebbe accolta solo dal 34% degli elettori.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS