Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BERNA - Il presidente del PPD Christophe Darbellay si è detto molto soddisfatto del "sì" alla revisione della Legge sulla disoccupazione. A suo avviso di tratta di una vittoria per il partito, per la consigliera federale PPD Doris Leuthard e per la politica di centro.
"In periodo di crisi siamo stato capaci di convincere della necessità di un risanamento della AD in maniera equilibrata e ragionevole", ha detto all'ATS il consigliere nazionale vallesano.
Christophe Darbellay non è sorpreso per il "no" dei cantoni romandi. "Questa regione è maggiormente toccata dalla crisi e più sensibile alle tematiche sociali", ha spiegato. Per il presidente del PPD, prolungare il periodo di disoccupazione per i cantoni con un alto tasso di senza lavoro non è una buona soluzione. Più efficace, a suo avviso, agire a livello di perequazione finanziaria, di politica regionale o con un programma di rilancio congiunturale.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS