Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BERNA - Raramente negli ultimi anni la Svizzera latina è stata "schiacciata" tanto nettamente dalla Svizzera tedesca quanto oggi. Per trovare un Röstigraben così profondo bisogna risalire al 2004.
In circa un terzo dei temi in votazione si notano differenze tra la Svizzera tedesca e quella latina. Si sono avuti spaccature soprattutto negli anni '90, in occasione di argomenti inerenti alla politica estera e degli stranieri, alla socialità, alla sicurezza, all'ambiente e ai trasporti. In caso di temi sociali il Ticino spesso vota come la Romandia, mentre nella politica estera si allinea alla Svizzera tedesca.
Negli ultimi anni le differenze sono però state minori. Nei temi di politica estera le posizioni dei romandi e degli svizzerotedeschi si sono avvicinate. Spesso si è parlato invece di un fossato tra città e campagna, ad esempio nel 2009 in occasione della votazione sul divieto di edificazione dei minareti.
Di seguito i casi di Röstigraben più noti degli ultimi vent'anni:
24 settembre 2004: l'assicurazione maternità viene accolta, soprattutto grazie al chiaro "sì" del Ticino e della Romandia. L'iniziativa sulla posta è bocciata, contro la volontà della Svizzera latina. Anche i due decreti governativi relativi alla naturalizzazione agevolata degli stranieri della seconda e terza generazione, sostenuti dai romandi e da Basilea Città, sono respinti.
24 novembre 2002: malgrado il "sì" svizzerotedesco l'iniziativa dell'UDC sull'asilo è bocciata, mentre la revisione dell'assicurazione disoccupazione, rifiutata dai romandi, è accettata a livello nazionale.
22 settembre 2002: la legge sulla liberalizzazione del mercato energetico è respinta nonostante una maggioranza germanofona favorevole.
26 novembre 2000: le due iniziative per un pensionamento flessibile, appoggiate dai cantoni romandi, e quella per ridurre le spese militari, sostenuta da quelli latini, sono respinte sul piano federale.
13 giugno 1999: la Svizzera latina dice "sì" all'assicurazione maternità e "no" alla distribuzione controllata di eroina: a livello nazionale succede esattamente il contrario.
28 settembre 1997: l'elettorato latino fa fallire la revisione dell'assicurazione disoccupazione. La Svizzera tedesca è spaccata.
20 febbraio 1994: la Svizzera latina viene "schiacciata" da quella tedesca nella votazione sull'iniziativa delle Alpi.
12 giugno 1994: la creazione di un contingente di caschi blu ottiene il sostegno solo della Romandia.
4 dicembre 1994: i cantoni latini salvano con un chiaro "sì" la legge sull'assicurazione malattia; la Svizzera tedesca è divisa.
6 dicembre 1992: è il caso più noto. L'adesione allo Spazio economico europeo (SEE) è bocciata a livello nazionale; solo i cantoni romandi, Basilea Città e Basilea Campagna lo accettano chiaramente.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS