Navigation

Voto Gb: media sondaggi conforta Johnson, Tory a + 12%

Il premier britannico Boris Johnson è saldamente in testa nei sondaggi KEYSTONE/AP Getty Images POOL/DAN KITWOOD sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 28 novembre 2019 - 12:21
(Keystone-ATS)

Restano largamente favorevoli al Partito conservatore di Boris Johnson - e alla prospettiva di una Brexit di Natale - le previsioni dei sondaggi a due settimane dalle elezioni britanniche del 12 dicembre.

La media delle rilevazioni indica ora un 43% di possibili voti Tory, mentre il Labour di Jeremy Corbyn, pur in ascesa rispetto alle settimane scorse, si ferma al 31, ossia 12 in meno. Lontani le altre forze nazionali, con i liberaldemocratici europeisti non oltre un 14%, il Brexit Party riassorbito al 4%, i Verdi al 3%.

I dati vanno presi con prudenza, tenuto conto che nel 2017, sempre a 14 dal voto, accreditavano ai Tories 3 punti in più di quelli avuti nelle urne e ai laburisti 5 in meno. Ma intanto un modello dell'istituto YouGov, spalmato collegio per collegio col quadro attuale, ipotizza una quarantina di seggi in più (359 totali) per Johnson e una maggioranza assoluta di + 68 nella prossima Camera dei Comuni; e una cinquantina un meno (211) per Corbyn.

Con gli indipendentisti dell'Snp in crescita nei collegi scozzesi (da 35 a 43 seggi) e i LibDem al palo a 13.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.