Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Due quadri della società Télé-Evolène sono stati condannati per omicidio colposo per la morte, nel 2011, di una 12enne bernese, avvenuta in seguito a una caduta lungo la sciovia della stazione vallesana. Entrambi hanno annunciato di voler ricorrere contro la sentenza.

Al responsabile della gestione della società sono stati inflitti nove mesi di carcere con la sospensione condizionale per due anni. Il capo della sicurezza, dal canto suo, è stato condannato a sette mesi sospesi per due anni, indica la giudice del Tribunale distrettuale di Hérens-Conthey, confermando una notizia diffusa dalla stampa locale.

Il dramma si era svolto il 10 febbraio 2011. La ragazzina, che si trovava in Vallese per la settimana bianca, era caduta dalla sciovia ed era scivolata per un centinaio di metri. Aveva poi urtato un pilone munito di un materasso di protezione. Ricoverata in gravi condizioni, la scolara era deceduta all'ospedale di Sion.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS