Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La televisione romanda RTS può pubblicare un articolo e dei documenti relativi a Dominique Giroud, commerciante di vini vallesano attualmente sotto inchiesta per truffa, contraffazione di merci e falsità in documenti. Lo ha deciso il Tribunale cantonale vallesano, annullando una misura provvisionale che aveva costretto la RTS a ritirare le informazioni dal suo sito internet. L'emittente ha subito provveduto a rimettere online il materiale, precisa stasera la stessa RTS in una nota.

La corte ha ammesso l'appello della RTS contro le misure provvisionali pronunciate lo scorso marzo dal Tribunale distrettuale di Sion: l'articolo si fonda su documenti la cui autenticità non è contestata da Giroud, quindi la sua diffusione non ne lede la personalità. Il Tribunale ritiene inoltre legittimo da parte della RTS presupporre che il commerciante di vini abbia potuto commettere un reato penale.

L'azienda vinicola Giroud aveva chiesto il ritiro del reportage diffuso dalla RTS il 21 febbraio ritenendo che il materiale su cui si basava - che attestava la pratica illecita di tagliare i vini - dovesse sottostare al vincolo del segreto d'ufficio da parte delle autorità cantonali o federali.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS