Il corpo di un secondo alpinista giapponese, dato per disperso da domenica sul Cervino, è stato ritrovato ieri sera dai soccorritori. Probabilmente l'uomo è morto a seguito di una caduta. La salma del suo compagno di cordata era stata ritrovata lunedì.

Il secondo corpo è giaceva un centinaio di metri più a valle del primo. I due uomini sono stati sorpresi dal maltempo mentre scendevano dalla vetta, situata ad un altitudine di 4478 metri. Gli alpinisti hanno tentato invano di raggiungere il rifugio Solvay, a quota 4003 metri.

L'allerta è stata data domenica da un alpinista polacco, che ha intravisto uno dei giapponesi. Intervenuti soltanto lunedì - sempre a causa del maltempo - i soccorritori di Air Zermatt hanno scoperto il corpo senza vita di uno dei giapponesi sulla cresta Hörnli. Apparentemente è morto a causa del freddo.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.