La giustizia vallesana si muove per far luce sui legami fra il presidente della Fifa Gianni Infantino e il procuratore dell'Alto Vallese Rinaldo Arnold, che secondo inchieste giornalistiche si sarebbero vicendevolmente scambiati favori.

Sul caso è stato attivato un procuratore straordinario. "Il primo procuratore dell'ufficio regionale dell'Alto Vallese è stato pubblicamente messo in causa per la sua vicinanza con il presidente della Fifa, dal quale avrebbe ricevuto benefici e per il quale avrebbe organizzato un incontro con il Ministero pubblico della Confederazione", si legge in un comunicato diffuso nel pomeriggio dalla procura cantonale.

I rapporti fra Infantino e Arnold - che è fra l'altro presidente dell'FC Briga - sono uno degli aspetti sollevati dalle indagini di European Investigative Collaborations (EIC), un consorzio europeo di media che ruota in particolare attorno a Der Spiegel e che si basa sui cosiddetti Football Leaks: documenti che mettono in luce le relazioni tra il mondo del calcio e le sue istituzioni con vari altri attori, come la finanza globale.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.