Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La festa dello jodel ha attirato 150'000 persone da giovedì ad oggi in Vallese

KEYSTONE/JEAN-CHRISTOPHE BOTT

(sda-ats)

La 30esima Festa federale di jodel conclusasi oggi a Briga, in Vallese, ha attirato circa 150'000 spettatori. L'avvenimento ha riunito 11'000 cantanti, suonatori del corno alpino e lanciatori di bandiere.

Le attese sono state superate, indicano gli organizzatori in una nota odierna.

Alla manifestazione ha assistito pure il consigliere federale Alain Berset. Il friburghese ha sottolineato come lo jodel crei legami tra le generazioni, tra passato e presente, ma anche tra regioni linguistiche, favorendo la comprensione reciproca. "Se lo jodel fosse un sistema politico, sarebbe quella della concordanza", ha dichiarato il ministro della cultura.

Per garantire il buono svolgimento della Festa, che si tiene ogni tre anni, gli organizzatori hanno costruito un vero e proprio villaggio, composto di 24 tende e tendoni, nei quali sono stati messi a disposizione 7'000 posti a sedere.

La Gliserallee, che collega Glis a Briga, è stata trasformata sul suo tratto di un chilometro in una "via dello shopping", lungo la quale hanno preso posto una sessantina di bancarelle di ogni genere e che ha consentito agli spettatori di andare a passeggio.

La festa è iniziata giovedì sera con un forum seguito da un concerto. Il programma comprendeva canti, corno alpino, lancio di bandiere, nonché elementi più moderni dello jodel che - secondo gli organizzatori - hanno permesso di dimostrare la vivacità della cultura elvetica.

Il programma vero e proprio si è aperto venerdì pomeriggio per proseguire ininterrottamente fino al tardo pomeriggio di oggi. Fra gli eventi da non mancare figurava il corteo odierno, al quale hanno partecipato tutti i gruppi presenti.

La Festa ha suscitato un notevole interesse sul piano internazionale: erano presenti oltre trenta media stranieri, provenienti da Italia, Norvegia, Canada e persino dalla Cina.

Il budget della manifestazione era di 5,5 milioni di franchi, di cui 3 coperti da una ventina di sponsor della regione. Vi hanno partecipato più di 1500 volontari, mentre l'esercito e la protezione civile hanno prestato la loro assistenza.

SDA-ATS