Navigation

VS: in duecento omaggiano ghiacciai scomparsi

Uno scorcio del ghiacciaio del Trient. KEYSTONE/JEAN-CHRISTOPHE BOTT sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 06 settembre 2020 - 16:17
(Keystone-ATS)

Oltre 200 persone hanno commemorato i 500 ghiacciai già scomparsi in Svizzera riunendosi oggi ai piedi di quello del Trient, nel canton Vallese.

L'evento, organizzato dall'Alleanza Clima Svizzera in collaborazione con numerose associazioni ambientaliste, vuole richiamare l'attenzione sulla gravità del riscaldamento globale.

L'imponente ghiacciaio del Trient potrebbe fare la triste fine dei suoi simili, se non si farà nulla per arginare l'aumento delle temperature, e scomparire entro il 2100, scrive l'alleanza in un comunicato odierno. Olivier Couach, consigliere comunale dell'omonimo villaggio non lontano da Martigny, ha dichiarato che esso si è ritirato di un chilometro dall'inizio dell'era industriale.

Questo mese è definito dall'alleanza "decisivo per la politica climatica svizzera". Nel corso dell'imminente sessione autunnale delle Camere federali, i parlamentari discuteranno infatti la legge sul CO2. "Dobbiamo rinunciare ai combustibili fossili il più presto possibile e liberarci del cancro della crescita sfrenata", ha affermato, citato nella nota, il premio Nobel per la chimica Jacques Dubochet.

Settembre sarà quindi un mese di mobilitazione per il clima caratterizzato da diverse azioni, ricorda l'organizzazione. Tra le altre cose, martedì 22 inizierà il processo d'appello degli attivisti che si erano messi a giocare a tennis in una filiale del Credit Suisse a Losanna.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.