Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

È morto oggi in ospedale uno degli sciatori investiti da una valanga ieri a Nendaz (VS). Ferito in modo grave, un secondo versa tuttora in condizioni critiche. Il decesso odierno porta a tre il numero delle persone uccise da slavine sull'arco di tre giorni in Vallese.

La valanga aveva travolto ieri mattina un gruppo di sei persone, tutti svizzeri di età fra i 15 e i 55 anni. Dopo aver lasciato le piste battute, il gruppo stava salendo il Bec des Etagnes con gli sci in spalla, per raggiungere l'altitudine di 3100 metri.

Le due persone ferite in modo grave erano state interamente ricoperte dalla neve. Altre due, cui è toccata la stessa sorte, se la sono cavata con ferite meno gravi. Gli ultimi due sono illesi. La polizia non ha comunicato l'età della persona deceduta oggi, nè del ferito il cui stato è considerato critico.

Sempre ieri nella regione di Nendaz, una valanga ha ucciso uno svedese di 20 anni, che sciava fuori dalle piste. Martedì, nelle medesime circostanze ha perso la vita nella valle d'Anniviers una vallesana di 52 anni.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS