Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Le analisi condotte in zone abitate di Visp (VS) per misurare la presenza di mercurio sono terminate ed è emerso che quasi la metà delle 111 parcelle esaminate risultano più o meno contaminate. Sedici di esse richiedono interventi di risanamento.

I proprietari dei terreni sono stati informati, fa sapere oggi il Cantone. In totale - tra Visp e Rarogne (VS) - sono state analizzate 615 parcelle dall'inizio dello scorso anno e 89 richiedono interventi: la concentrazione di mercurio supera i 2 milligrammi per chilo di terra - soglia di risanamento - e arriva fino a 250 milligrammi.

L'inquinamento viene attribuito ad un accumulo di mercurio sul sito dell'azienda chimica Lonza, nonché in un condotto di evacuazione utilizzato fra il 1930 e la metà degli anni Settanta. Nella natura potrebbero essere finite una cinquantina di tonnellate del metallo. La sua presenza è stata constatata nel 2010 e nel 2011 nel quadro dei lavori preparatori del cantiere dell'autostrada.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS