Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BRUXELLES - Il settore del turismo ha subito danni per circa un miliardo di euro a causa del caos provocato dalla nube di ceneri del vulcano islandese: è questa la prima stima diffusa oggi dalla Commissione europea, dopo la videoconferenza tra il commissario europeo all'industria, Antonio Tajani, e i ministri del Turismo dei 27.
"Ho preso nota che le perdite per il turismo hanno raggiunto circa un miliardo di euro, e assicurerò che il settore sia adeguatamente sostenuto a livello europeo", scrive Tajani in una nota.
Gli Stati membri, si legge in un comunicato di Bruxelles, hanno rilevato che tour operator e agenzie di viaggi hanno "sofferto in modo considerevole" per gli effetti del vulcano, spendendo "più di 388 milioni di euro per fornire assistenza ai clienti rimasti a terra o per farli ritornare a casa" e ancora non sono chiari gli effetti che ha avuto su hotel e altre strutture.

SDA-ATS