Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

ROMA - Se le previsioni resteranno quelle attuali neanche domani sarà possibile volare sul nord Italia e dunque gli aeroporti resteranno chiusi. Lo ha detto il direttore generale dell'Ente nazionale aviazione civile, Alesessio Quaranta, nel corso del comitato operativo della Protezione Civile, convocato per fare il punto della situazione dopo i disagi provocati al trasporto aereo dall'eruzione del vulcano islandese.
Una decisione definitiva per quanto riguarda la giornata di domani verrà presa comunque nella serata di oggi. "Secondo le previsioni attuali non abbiamo possibilità di riaprire - dice Quaranta - ma entro le 21 di oggi avremo notizie più dettagliate e valuteremo il da farsi, comunicando tempestivamente tutte le informazioni necessarie".
A chi gli chiedeva se le misure fossero eccessive, anche in relazione alle polemiche sorte sulle valutazioni effettuate dalle autorità londinesi, Quaranta ha risposto sottolineando che "di fronte alla garanzia di sicurezza dei passeggeri tutto passa in secondo piano". "Tutti i Paesi europei - ha aggiunto - hanno adottato i provvedimenti sulla base dei bollettini provenienti dal Met Office di Londra. Lo ha fatto la Francia, la Germania, e lo abbiamo fatto anche noi".

SDA-ATS