Tutte le notizie in breve

Bosch ha patteggiato un pagamento di oltre 320 milioni di dollari negli Usa nell'ambito del dieselgate, pur negando ogni violazione.

KEYSTONE/EPA DPA/FRANZISKA KRAUFMANN

(sda-ats)

La società di componentistica tedesca Robert Bosch ha patteggiato negli Stati Uniti il pagamento di 327,5 milioni di dollari (327,3 milioni di franchi) per risolvere la disputa in cui è accusata di aver aiutato Volkswagen a ideare il software usato per il dieselgate.

Lo riporta la stampa statunitense, sottolineando che Bosch non ha ammesso alcuna violazione nel patteggiamento.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve