Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

È un grosso lavoro quello che si appresta a compiere la rete di officine autorizzate VW nell'ambito del grande richiamo legato al cosiddetto "dieselgate".

Secondo l'importatore generale di VW, la AMAG, in Svizzera ci sono oltre 400 partner di servizio di Volkswagen, Audi, Seat, Skoda e veicoli commerciali VW che sono autorizzati ad effettuare i miglioramenti.

Visto che sono 128'802 le vetture diesel in circolazione in Svizzera equipaggiate con il software che consente di truccare i test sulle emissioni dei gas di scarico, si può calcolare che ogni officina dovrebbe occuparsi di 322 automezzi.

"Valutiamo per il momento che il cambiamento richieda al massimo da una a due ore per ciascuna vettura", ha precisato oggi all'ats il portavoce dell'AMAG Livio Piatti.

Egli ritiene in particolare che per la stragrande maggioranza degli automezzi in Svizzera sarà probabilmente sufficiente un aggiornamento del software. Un dipendente che si occupa solo di questo problema sarà impegnato da 37 a 75 giorni lavorativi.

In Svizzera l'AMAG afferma di essere pronta ad affrontare questo compito e di operare in stretta collaborazione con l'Ufficio federale delle strade (USTRA). I clienti interessati saranno informati in modo appropriato quando il gruppo avrà gli indirizzi dei proprietari dei veicoli interessati da parte dell'USTRA.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS