Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

I dirigenti di Volkswagen sarebbero stati informati del problema dei gas di scarico negli Stati Uniti assai prima rispetto a quanto ritenuto finora. Lo sostiene "Manager Magazine", il mensile sul mondo dell'impresa del Gruppo Spiegel, nel numero in uscita domani.

Facendo riferimento ai protocolli delle sedute della presidenza di VW, la rivista sostiene che del tema si discusse già nella primavera del 2014, dunque ben più di un anno prima che lo scandalo scoppiasse pubblicamente.

Sempre secondo "Manager Magazine", il numero uno di Volkswagen di allora, Martin Winterkorn, dimessosi in seguito allo scandalo, avrebbe discusso assieme agli altri membri della direzione il contenuto di una lettera giunta dall'agenzia per l'ambiente americana Epa.

Secondo fonti interne a Volkswagen, sempre citate dalla rivista, già in quell'occasione sarebbero state avanzate ipotesi sulla necessità di un richiamo in officina delle auto potenzialmente coinvolte. Nel protocollo visionato dai giornalisti non c'è invece alcun riferimento diretto alla manipolazione operata attraverso il software che modificava i livelli delle emissioni dei gas di scarico.

L'ufficio stampa di "Manager Magazine" ha reso noto che l'azienda, interpellata, non ha voluto fornire alcun commento rispetto alla notizia.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS