Navigation

VW: non rinuncia a sito in Turchia, è in stand-by

Il gruppo Volkswagen vuole mantenere il suo progetto in Turchia (foto d'archivio) KEYSTONE/EPA/FOCKE STRANGMANN sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 23 ottobre 2019 - 12:41
(Keystone-ATS)

"Non stiamo facendo piani alternativi" all'impianto produttivo della Volkswagen in Turchia: lo ha detto Andreas Tostmann in una teleconferenza con i giornalisti, secondo quanto riporta la Frankfurter Allgemeine Zeitung in edicola oggi.

La pianificazione di uno stabilimento in Turchia è attualmente in "stand-by", in attesa di capire come proseguirà la situazione in Siria, ha continuato Tostmann. Non c'è pressione per arrivare rapidamente ad una decisione, ha proseguito il dirigente di Vw, dal momento che la costruzione del sito è prevista per la fine del 2020.

Una decina di giorni fa il colosso dell'auto tedesca aveva reso noto di avere sospeso la decisione di fare nascere un centro di produzione a Smirne, con una previsione produttiva di 300'000 veicoli all'anno e l'impiego di 4000 persone.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.