Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Dopo lo scandalo Volkswagen è ora "importante ristabilire la fiducia dei consumatori nel settore auto ed evitare il catastrofismo", prendendo "tutte le misure necessarie" e facendo "chiarezza".

Così la presidenza e la Commissione Ue al termine del Consiglio competitività in cui è stato discusso il caso Vw.

"Esemplare", ha poi riferito il ministro dell'economia del Lussemburgo Etienne Schneider che presiedeva la riunione, "è stata la solidarietà espressa da tutte le delegazioni alla Germania".

Il Consiglio competitività, ha assicurato il presidente di turno Schneider, "continuerà a restare vigile" mentre "la presidenza lussemburghese continuerà a seguire il dossier da vicino". In ogni caso, ha assicurato, "la Germania ha proposto il suo sostegno illimitato per gestire la situazione".

La commissaria al mercato interno Elzbieta Bienkowska ha da parte sua sottolineato che c'è "un obiettivo, riguadagnare la fiducia dei consumatori e nei produttori auto europei" e per farlo "dobbiamo essere sicuri che tutto sia in regola con le emissioni in tutta l'industria auto Ue".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS