Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

VZ Holding, società zurighese attiva nei servizi finanziari e quotata in borsa, ha realizzato nel primo semestre un utile netto di 32,9 milioni di franchi (+11% su base annua) e un risultato operativo prima degli ammortamenti (Ebitda) di 42,3 milioni (pure +11%). I patrimoni amministrati di clienti hanno raggiunto a fine giugno 13,3 miliardi, contro i 12,1 miliardi alla fine del 2013, comunica oggi la società.

Gli afflussi netti di denaro sono saliti a 905 milioni (840 milioni nella prima parte dell'anno scorso). I ricavi si sono attestati a 94,8 milioni (+12%), i costi d'esercizio a 52,5 milioni (+13%).

Per i prossimi mesi il gruppo si aspetta un'ulteriore crescita, a patto che l'economia mondiale prosegua la sua moderata ripresa e che i mercati finanziari si stabilizzino. Il presidente della direzione Matthias Reinhart prospetta inoltre un ulteriore aumento del dividendo.

VZ Holding non ha preso parte al programma americano di regolarizzazione fiscale: fin dall'inizio ha infatti evitato relazioni d'affari con cittadini statunitensi, sottolinea la società. Le verifiche interne nel frattempo effettuate hanno confermato che nessun cliente è sottomesso al fisco Usa.

Le novità odierne sono state accolte con scarso entusiasmo in borsa. Il titolo VZ holding nella prima mezz'ora di contrattazione perdeva circa lo 0,20% in un mercato orientato in generale al rialzo.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS