Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il gruppo zurighese VZ Holding, attivo nella gestione patrimoniale e nei servizi finanziari, nel primo semestre ha registrato una crescita: l'utile netto è salito del 30,4% rispetto allo stesso periodo 2014, a 42,9 milioni di franchi.

I ricavi operativi sono dal canto loro aumentati del 18,5% a 112,4 milioni. Tutti i comparti hanno contribuito al buon risultato, sottolinea il gruppo in un comunicato odierno. L'utile netto e i ricavi superano le attese degli analisti, che puntavano rispettivamente a 38,8 milioni e 108,8 milioni di franchi.

Dopo la decisione della Banca nazionale svizzera di abbandonare il tasso di cambio fisso tra euro e franco, lo scorso gennaio, numerosi clienti hanno ridotto i loro rischi legati al cambio e l'inabituale volume delle operazione di negoziazione ha avuto ripercussioni positive sui ricavi.

Gli afflussi netti di capitale sono ammontati a 1,1 miliardi di franchi (0,9 miliardi un anno prima), i patrimoni amministrati sono saliti da 13,3 a 15,4 miliardi. La direzione di VZ si aspetta per l'insieme dell'anno una "crescita solida".

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS