Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La proposta di Francia, Italia, Germania e Spagna sulla web tax ha già ricevuto l'interesse di altri dieci Paesi. Lo ha detto il ministro francese dell'economia, Bruno Le Maire, entrando al Consiglio Economia e finanza (Ecofin) che discuterà della questione.

"Dieci Stati hanno apprezzato la nostra proposta e hanno deciso di firmare il nostro paper", ha detto Le Maire, spiegando che l'Ue deve "difendere i suoi interessi" e per questo auspica "una proposta finale della Commissione entro metà 2018".

"È un'iniziativa molto buona quella dei quattro Paesi, l'economia digitale rende la tassazione molto difficile, a nessuno piacciono le tasse ma ci servono, quindi dobbiamo capire come metterci le mani", ha dal canto suo detto il ministro olandese e presidente dell'Eurogruppo (il centro di coordinamento europeo che riunisce i ministri delle finanze dei 19 Stati che hanno adottato l'euro) Jeroen Dijsselbloem, riferendosi alla web tax.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS