Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Svizzera si classifica in prima posizione per quanto riguarda gli investimenti nel capitale umano. È quanto emerge da un nuovo indice elaborato dal Forum economico mondiale (WEF). In seconda posizione figura la Finlandia, seguita da Singapore, Olanda, Svezia e Germania.

L'indicatore (Human Capital Index) mira a identificare le capacità di un paese a sviluppare e utilizzare una manodopera sana, formata e competente, scrive il WEF in una nota di oggi.

Il barometro considera quattro aspetti per valutare l'ottimizzazione del capitale umano, ossia l'istruzione, la salute e il benessere, l'occupazione e il contesto (condizioni giuridiche, infrastrutture e altri fattori che incoraggiano ricadute positive sullo sviluppo del capitale umano).

Nei giudizi parziali la Svizzera è quarta nell'educazione, prima nella salute, prima nell'occupazione e seconda per quanto riguarda il contesto.

Nell'indice generale, fra le grandi economie, dopo la Germania si piazzano il Giappone (15esimo), gli Stati Uniti (16esimo rango) e la Cina (43esimo). In Europa, l'Italia si colloca al 37esimo posto, la Spagna al 29esimo e la Francia al 21esimo, la Gran Bretagna all'ottavo.

Il Qatar, al 18esimo posto, è il primo nella regione Medio Oriente e Nord Africa, mentre la Cina è prima fra i paesi del BRICS, seguita dalla Russia (51), dal Brasile (57), dall'India (78) e dal Sud Africa (86).

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS