Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

C'è stata una piccola esplosione di natura ancora imprecisata stamane nel sotterraneo dell'hotel di lusso "Posthotel" a Davos, dove si svolge il World Economic Forum (WEF). Secondo primi accertamenti dovrebbe essersi trattato di un petardo.

Vi sono stati danni, ma nessuno è rimasto ferito, ha indicato all'ATS il portavoce della polizia grigionese Thomas Hobi, riferendosi a una notizia apparsa sul sito online "20 Minuten".

Nell'albergo non soggiornano consiglieri federali, contrariamente a quanto era stato in un primo tempo indicato. "La sicurezza dei consiglieri federali non è stata messa in questione in alcun momento", ha affermato Thomas Abegglen della Cancelleria federale.

La detonazione è avvenuta poco prima delle nove in un ripostiglio e ha mandato in frantumi un paio di vetri di finestre. La polizia è al lavoro per appurare che cosa l'abbia provocata.

Le indagini sono svolte dal Ministero pubblico della Confederazione, come sempre avviene quando sono in gioco esplosivi.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








Teaser Longform The citizens' meeting

Non mancate il nostro approfondimento sulla democrazia diretta svizzera

1968 in Svizzera

SDA-ATS