Il Fondo monetario internazionale non esclude la possibilità di intervenire con nuovi aiuti finanziari a un paese europeo "periferico", se non dovesse allentarsi la crisi del debito del vecchio continente. Lo ha detto il numero due del Fmi, John Lipsky, in un'intervista a Bloomberg Television, a Davos.

"Dipenderà sicuramente dalle circostanze - ha sottolineato - ma mai dire mai". I paesi dell'eurozona che sono sotto pressione devono ora concentrarsi autonomamente sull'attuazione di programmi di risanamento e sviluppo. "Se necessario - ha però aggiunto - noi siamo accanto ai nostri partner europei per fornire il nostro sostegno".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.