Navigation

WEF Davos: Trump, America è tornata a vincere

Trump durante il suo discorso a Davos. KEYSTONE/LG sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 21 gennaio 2020 - 12:38
(Keystone-ATS)

"Due anni fa qui avevo preannunciato un grande ritorno dell'America. Oggi sono orgoglioso di dire che l'America sta vincendo di nuovo, come mai prima". Lo ha detto il presidente statunitense Donald Trump nel suo discorso al Forum economico mondiale (WEF) di Davos.

"Abbiamo concluso accordi straordinari sul commercio con la Cina da una parte, e Messico e Canada dall'altra, i migliori accordi di sempre", ha aggiunto, sottolineando il più basso tasso di disoccupazione di sempre fra i meriti della sua amministrazione.

Rivendicando i successi della propria politica economica, Trump ha affermato che "questi grandiosi numeri rappresentano molte cose, nonostante la Fed abbia alzato i tassi troppo presto e li abbia abbassati troppo tardi".

"Ci sono state cose molto positive da noi, non così positive, invece, altrove", ha detto Trump in un apparente ironico riferimento all'Europa. "Gli Usa sono inondati da investimenti, con un quarto degli investimenti diretti all'estero globali. Chiedo ai presenti, fate come noi, rimuovete le barriere burocratiche, e investite da noi, non c'è posto migliore dell'America".

Sull'ambiente il tycoon ha sottolineato che "questo non è il momento del pessimismo" e ha definito chi mette in guardia sul cambiamento climatico dei "profeti di sventura".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.