Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il ministro degli esteri tedesco Guido Westerwelle ritiene che i Länder non dovrebbero più acquistare CD con dati di clienti delle banche svizzere. L'acquisto di dati rubati è discutibile, ha dichiarato alla rivista economica svizzerotedesca "Bilanz".

"Questa pratica deve finire. Il mio appello ai Länder è di rendere inutile questo commercio ratificando al più presto l'accordo fiscale". "Non posso immaginare che i Länder preferiscano continuare a arricchire i ladri di dati piuttosto che riportare i miliardi sottratti al fisco nella casse pubbliche in maniera conforme allo stato di diritto".

I tribunali tedeschi hanno stabilito che i dati contenuti nei CD saranno ammissibili nei processi. Questo però non significa che l'acquisto dei dischetti sia accettabile. "Dobbiamo combattere l'evasione fiscale, ma con mezzi che siano adeguati e ragionevoli", afferma il ministro tedesco.

Westerwelle afferma inoltre di essersi reso conto, nel corso delle numerose discussioni avute in Svizzera, che sia le autorità che la popolazione elvetiche capiscono la volontà della Germania di lottare contro l'evasione fiscale. Evadere le tasse non è una bazzecola, ma un reato penale, ha sottolineato.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS