Navigation

Whirlpool: ritira 519.000 lavatrici a rischio incendio in Gb

Whirlpool ritira 519.000 lavatrici a rischio incendio in Gran Bretagna (foto d'archivio) KEYSTONE/AP/ALAN DIAZ sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 17 dicembre 2019 - 21:15
(Keystone-ATS)

Whirlpool ha annunciato oggi la decisione di ritirare oltre mezzo milione di lavatrici commercializzate in Gran Bretagna fra il 2014 e il 2018 sotto i marchi Hotpoint e Indesit.

La misura è stata adottata a causa di rischi di surriscaldamento del sistema di chiusura degli oblò in grado potenzialmente di provocare incendi. Non si tratta del primo caso che coinvolge il colosso Usa degli elettrodomestici, notano i media del Regno.

L'azienda ha reso noto di aver scoperto il difetto di recente e ha sollecitato i proprietari a non usare questi modelli, o usarli al massimo per lavaggi con acqua fredda, impegnandosi a ripararli o a sostituirli "a gennaio".

C'è tuttavia chi teme che per completare l'operazione ci vorrà qualche mese. Secondo Whirlpool le lavatrici difettose, sono un'eredità Indesit, brand originariamente italiano acquisito nel 2014. Ma già a luglio la holding americana aveva dovuto ritirare per ragioni analoghe 500.000 suoi modelli di asciugatrice. E nel 2017 era stata chiamata in causa per l'incendio d'un congelatore che aveva innescato il micidiale rogo della Grenfell Tower di Londra.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.