Navigation

Widmer-Schlumpf incontra musulmani, proseguire e allargare dialogo

Questo contenuto è stato pubblicato il 21 dicembre 2009 - 18:16
(Keystone-ATS)

BERNA - Incontrando oggi i rappresentanti di alcune organizzazioni islamiche in Svizzera, la consigliera federale Eveline Widmer-Schlumpf ha ribadito la volontà della Confederazione di "proseguire e allargare il dialogo con i musulmani".
Il colloquio ha fatto seguito al precedente incontro, tenutosi il 30 settembre, prima della votazione sull'iniziativa contro l'edificazione di minareti. Entrambe le parti hanno fatto il punto della situazione dopo la consultazione del 29 novembre.
La responsabile del Dipartimento federale di giustizia e polizia ha sottolineato che, pur limitando la libertà di manifestare all'esterno la fede musulmana con l'edificazione di minareti, la decisione popolare "non intacca la libertà di professare e praticare la religione islamica". Essa è espressione di problemi, ma nel contempo offre l'opportunità di discutere la questione in maniera approfondita. Da parte loro i rappresentati delle organizzazioni islamiche presenti all'incontro hanno detto di riconoscere la decisione popolare. Il prossimo incontro prevede un'analisi della situazione attuale e la discussione di misure concrete.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.