Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BERNA - La consigliera federale Eveline Widmer-Schlumpf chiede al Partito socialista (PS) di dar prova di ragionevolezza in vista del voto in parlamento sull'accordo Svizzera-USA relativo alla trasmissione di dati su 4450 conti UBS di presunti evasori fiscali.
Una bocciatura dell'accordo avrebbe conseguenze enormi per l'economia Svizzera, ribadisce oggi la ministra in un'intervista alla "Mittelland Zeitung".
Dopo la presentazione del messaggio sull'accordo, ieri Unione democratica di centro (UDC), Verdi e PS hanno annunciato la loro opposizione al testo. I tre partiti dispongono di 124 deputati su 200 in Consiglio nazionale. I socialisti non sono contrari ad un accordo, ma subordinano il loro avallo a misure per risolvere il problema delle banche troppo grandi per fallire, sovente evocato con la formula inglese "too big to fail", e per eliminare gli eccessi nella rimunerazione (bonus) dei manager.

SDA-ATS