Navigation

Widmer-Schlumpf soddisfatta per convenzione fiscale con Germania

Questo contenuto è stato pubblicato il 10 agosto 2011 - 16:59
(Keystone-ATS)

Eveline Widmer-Schlumpf ha accolto con soddisfazione la convenzione fiscale Svizzera-Germania. In una dichiarazione alla stampa, questo pomeriggio, la ministra delle finanze ha precisato che le trattative, seguite continuamente dal Consiglio federale, non sono state facili.

"I negoziatori hanno lavorato duro e sono giunti a un buon risultato. Questo accordo è un elemento importante della politica del nostro governo per la salvaguardia della piazza finanziaria e una gestione patrimoniale conforme alle regole della fiscalità", ha dichiarato la consigliera federale. La ministra ha sottolineato che la convenzione protegge la sfera privata dei clienti delle banche.

"Quest'orientamento garantisce la sicurezza giuridica e contribuirà a rafforzare a lungo termine la competitività e la reputazione della piazza finanziaria svizzera". La convenzione sarà trasmessa al Consiglio federale, affinché Eveline Widmer-Schlumpf possa firmarla con l'omologo tedesco Wolfgang Schäuble.

Poi la parola spetterà ai parlamenti dei due paesi. "L'obiettivo non è dunque ancora stato del tutto raggiunto, ma una tappa importante è stata percorsa", ha aggiunto la ministra delle finanze.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?