Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Bradley Manning, il soldato americano reo confesso di essere la 'talpa' di Wikileaks, è stato condannato dalla Corte Marziale di Ft. Meade per aver violato più volte lo Espionage Act. Ma non è stato riconosciuto colpevole del reato di 'intelligenza con il nemico', la cui pena prevista era l'ergastolo.

Solo domani alle 9.30 di mattina, le 15.30 in Svizzera, si capirà il destino di Bradley Manning. Malgrado oggi abbia evitato la condanna all'ergastolo, rischia comunque tantissimi anni di carcere perché giudicato colpevole di cinque violazioni della legge che sanziona lo spionaggio e di 19 capi d'accusa su 21.

Ciò vuol dire che, se dovesse subire il massimo della pena, potrebbe essere condannato sino a 136 anni, che di fatto, in assenza di un provvedimento di grazia, sarebbe carcere a vita.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS