Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

"Chiedo scusa per le mie azioni. Mi dispiace aver danneggiato delle persone e l'America". Così Bradley Manning, il militare americano reo confesso di essere stato l'informatore del sito di Assange Wikileaks, ha ammesso le sue colpe davanti alla Corte Marziale che qualche settimana fa lo ha condannato a decine di capi d'accusa, tranne quello di alto tradimento.

"Sto chiedendo scusa per le conseguenze inaspettate delle mie azioni. Negli ultimi tre anni - ha concluso - ho capito molte cose".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS