Navigation

Wikileaks: presto nuova fuga dossier Usa, su governi corrotti

Questo contenuto è stato pubblicato il 25 novembre 2010 - 08:09
(Keystone-ATS)

NEW YORK - La diplomazia americana trema, e fa tremare le diplomazie di altri Paesi con cui è in contatto, dalla Russia all'Afghanistan: il Dipartimento di Stato americano ha annunciato di essere a conoscenza che Wikileaks sta per pubblicare una nuova fuga di notizie relative a documenti e rapporti di diplomatici Usa. Nei documenti, secondo varie fonti, vi sono accuse di corruzione a governi e politici stranieri.
"Ci prepariamo allo scenario peggiore", ha detto a Washington il portavoce del Dipartimento di Stato americano, Philip Crowley, commentando la nuova possibile pubblicazione di dossier confidenziali. Le rivelazioni, ha ammesso, potrebbero "creare tensioni" tra la diplomazia americana e i governi di altri Paesi. Secondo alcune indiscrezioni trapelate sui media americani, i dispacci diplomatici riservati si riferiscono a Paesi come la Russia, l'Afghanistan e alcune ex repubbliche sovietiche dell'Asia centrale. Accuse potenzialmente imbarazzanti riguardano anche l'Europa.
Crowley, parlando con alcuni giornalisti ha lasciato intendere che l'ulteriore fuga di notizie potrebbe creare imbarazzo, e "nuocere alla sicurezza nazionale". "Abbiamo passato mesi a studiare le fughe (di notizie) che potrebbero aver luogo, e l'effetto che potrebbero avere" ha detto il portavoce. "Siamo in contatto con le nostre postazioni diplomatiche nel mondo, che hanno cominciato a informare i governi che è possibile nei giorni a venire una pubblicazione di documenti" ha aggiunto, sottolineando che queste nuove rivelazioni "creeranno tensioni nelle relazioni tra i nostri diplomatici e i nostri amici nel mondo".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.