Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il giudice Howard Riddle della Belmarsh Court di Londra ha deciso di pensarci su per bene prima di decidere in merito all'estradizione di Julian Assange verso la Svezia, dove è accusato di stupro. La sentenza verrà emessa il prossimo 24 febbraio. Sino ad allora il capo di WikiLeaks resta in libertà vigilata presso la magione del Norfolk dove risiede ormai dallo scorso dicembre.

Alla Belmarsh Court di Londra, oggi è stata giornata di arringhe. E Geoffrey Robertson, il 'frontman' del team legale di Julian Assange, non si è risparmiato quando è venuto il momento di sfoderare frasi a effetto. "Se la Svezia decide che succhiare gli alluci senza prima essersi lavati i piedi è stupro, allora noi diciamo che è stupro? Certo che no". Ma non c'è stato niente da fare: niente verdetto.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS