Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

NEW YORK - Le maggiori banche americane hanno mascherato i propri livelli di rischio negli ultimi cinque trimestri, riducendo temporaneamente il loro debito prima di comunicare pubblicamente i risultati. È quanto emerge - riporta il Wall DStreet Journal - dall'analisi dei dati della Fed di New York.
Fra le 18 banche che avrebbero fatto ricorso a tale pratica figurano Goldman Sachs, Morgan Stanley, JPMorgan, Bank of America e Citigroup.
Con la crisi le banche sono divenute più "sensisbili" a mostrare elevati livelli di debito e rischio temendo che i titoli o il loro rating ne venisse penalizzato.

SDA-ATS