Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Negli ultimi tre mesi sono stati 623 i fusti di rifiuti debolmente radioattivi provenienti dalle centrali nucleari svizzere trattati nel forno al plasma del deposito intermedio Zwilag di Würenlingen (AG).

Il loro volume è stato ridotto a 132 fusti, ossia un quinto della quantità di partenza, indicano oggi in una nota i responsabili del Deposito intermedio di scorie radioattive (Zwilag).

Il forno al plasma di Würenlingen è unico nel suo genere al mondo. In esso, le scorie provenienti dalle centrali nucleari, come pure da ospedali, istituti di ricerca e industria, vengono riscaldate utilizzando un raggio di plasma che raggiunge i 20 mila gradi, per essere in seguito vetrificate. Zwilag è una società anonima controllata dai gestori delle centrali nucleari svizzere.

SDA-ATS