Navigation

Yemen: accordo cessate il fuoco fra governo e separatisti

Il conflitto flagella il Paese da anni (foto d'archivio). KEYSTONE/EPA/YAHYA ARHAB sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 22 giugno 2020 - 20:53
(Keystone-ATS)

Il governo internazionalmente riconosciuto dello Yemen e i separatisti del sud del Paese hanno concordato un cessate il fuoco, dopo una escalation di combattimenti nella provincia dell'arcipelago di Socotra.

Lo ha annunciato Turki al-Malki, portavoce della coalizione a guida saudita contro i ribelli Houti. Le parti, riferisce l'agenzia stampa ufficiale saudita, si incontreranno presto in Arabia Saudita per procedere con l'applicazione dell'accordo firmato a novembre a Riad, dopo che i separatisti avevano preso il controllo di Aden in agosto.

Sabato, gli uomini dell'autoproclamato Consiglio di transizione del Sud (Stc), che si battono per l'indipendenza dello Yemen meridionale, hanno preso il controllo delle installazioni governative ad Hadiboh, capitale della provincia di Sunetra. Ad aprile, l'Stc ha annunciato unilateralmente di voler governare le aree sotto il suo controllo nel sud del Paese.

Governo e Stc erano inizialmente alleati contro i ribelli Houti nello Yemen devastato dalla guerra civile. Il governo yemenita ha accusato gli Emirati Arabi Uniti, uno dei principali esponenti della coalizione anti Houti, di sostenere le mire separatisti dell'Stc.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.