Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Yemen: aerei sauditi hanno bombardato ribelli

Aerei delle forze armate saudite hanno bombardato postazioni dei ribelli Huthi dello Yemen ed hanno distrutto molte delle loro difese aeree.

Lo riferisce Al Arabiya che cita anche un comunicato congiunto in cui Arabia Saudita, Emirati, Bahrein e Qatar affermano di "aver deciso di contrastare le milizie Huthi, al Qaida, l'(organizzazione Stato islamico) IS nel paese".

L'ambasciatore saudita a Washington ha confermato durante una conferenza stampa che il suo paese ha cominciato gli attacchi aerei contro i ribelli Huthi questa notte. Adel al-Jubeir ha aggiunto che gli Huthi "hanno scelto la via della violenza", mentre non ha voluto precisare se gli attacchi sauditi si avvalgano dell'assistenza dell'intelligence americana. "I sauditi - ha detto - faranno tutto il necessario per proteggere il popolo yemenita e il legittimo governo dello Yemen".

Intanto si è appreso che documenti dell'intelligence americana custoditi dalle forze di sicurezza yemenite potrebbero essere finiti nelle mani dei ribelli huthi e, forse, da questi comunicati all'Iran con cui il gruppo sciita ha legami. E quanto scrive il Los Angeles Times citando fonti americane.

Si tratterebbe di materiale contenente dettagli su operazioni di intelligence americana nel paese, forse con dettagli e nominativi, su cui gli huthi avrebbero messo le mani dopo aver occupato gli uffici del dipartimento per la Sicurezza nazionale a Sanaa. Si sospetta inoltre che ex funzionari yemeniti che si sono alleati con i ribelli sciiti possano aver consegnato direttamente ai 'consulenti' iraniani file sensibili per l'intelligence americana.

Le forze Usa hanno a lungo collaborato con il governo yemenita del presidente Abdu Rabbu Mansour Hadi, soprattutto sul fronte della lotta al terrorismo.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


Sondaggio svizzeri all'estero

Sondaggio

Cari svizzeri all'estero, le vostre opinioni contano

Sondaggio

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.