Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il deterioramento della situazione umanitaria in Yemen, specie nelle zone centrali intorno alla città di Taiz, viene denunciato dall'Organizzazione Mondiale della Sanità.

L'OMS pubblica oggi un bilancio di 1'244 morti e 5'044 feriti in conseguenza dei bombardamenti aerei della coalizione internazionale a guida saudita, a circa un mese dall'inizio della guerra. Ne dà notizia il quotidiano "Ahram Online".

I raid aerei sono cominciati il 26 marzo dopo l'intensificarsi degli attacchi dei miliziani Houthi, che farebbero capo all'ex presidente Ali Abdallah Saleh, contro la città portuale di Aden, dove risiedeva il presidente in carica Abedrabbo Mansour Hadi, ora rifugiato a Riad.

Secondo l'Oms, molte strade che collegano la capitale yemenita, Sanaa, agli altri governatorati sono progressivamente inaccessibili, ed è diventata molto difficile la consegna di medicine e generi sanitari agli ospedali locali in cui sono ricoverati i feriti. In una riunione nel governato di Aden ieri le città di Sanaa, Aden, Taiz, Abyan e Lahj sono state dichiarate "zone disastrate".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








Teaser Longform The citizens' meeting

Non mancate il nostro approfondimento sulla democrazia diretta svizzera

1968 in Svizzera

SDA-ATS