Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Yemen: Cappelaere (Unicef), un bambino morto ogni 10 minuti

Secondo l'Unicef lo Yemen è il posto peggiore al mondo dove nascere: ogni 10 minuti un bambino muore per malnutrizione e per malattie facilmente prevenibili.

KEYSTONE/AP/HAMMADI ISSA

(sda-ats)

Secondo il direttore Unicef dell'area Medio Oriente e Nord Africa, Geert Cappelaere, "lo Yemen è un vero inferno, il posto peggiore al mondo dove nascere. Ogni 10 minuti un bambino muore per malnutrizione e per malattie facilmente prevenibili".

"Una delle ragioni è che non c'è accesso alle vaccinazioni", ha precisato Cappelaere, tornato da poco dal Paese dove in tre anni di guerra oltre 2500 bambini sono stati uccisi e altrettanti reclutati nei combattimenti. In Yemen c'è un milione di sfollati interni, 11,3 milioni sono in stato di bisogno, e un quinto delle scuole è stato distrutto, ha ricordato.

"L'Europa - ha osservato in un'intervista all'ANSA - è lontana da questa crisi. Qui siamo più interessati alla questione dei rifugiati, dei migranti, e alle frontiere. Dallo Yemen invece non ci sono migranti. Nessuno esce dal Paese, perché sono così poveri da non poter affrontare il viaggio e perché sono bloccati dal confine a Nord con l'Arabia Saudita e a sud dall'Oceano".

D'altro canto, "le migrazioni continuano, anche se i Paesi chiudono i confini. Questo non ferma i migranti. Per i bambini la realtà è molto dura. Molti sono in situazioni simili alla detenzione, di promiscuità, e la sfida è proteggerli da abusi, violenze, garantire accesso all'acqua, alle cure sanitarie. Non sono in vacanza, stanno cercando una vita migliore di quella che affrontano nei paesi d'origine".

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.