Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Almeno otto persone sono morte nell'esplosione di un'autobomba vicino all'abitazione di un leader dei ribelli houthi (sciiti) a Sanaa, in Yemen.

Lo hanno riferito fonti della sicurezza citate dall'agenzia di stampa Xinhua, precisando che l'attentato, avvenuto nel quartiere di al-Jeraf, aveva come obiettivo Abdul Karim al-Kuhlani. Il leader houthi è rimasto ucciso insieme a sette delle sue guardie del corpo.

L'attentato è stato rivendicato dal sedicente Stato islamico (Is) su alcuni account Twitter vicini all'organizzazione terroristica. "L'attacco - si legge - fa parte di una serie di operazioni di vendetta della popolazione contro i ribelli sciiti". Si tratta del quinto attacco con autobomba contro i ribelli houthi a Sanaa dall'inizio di giugno.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS