Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Un capo di al Qaida in Yemen, Shaif Mohamed Said al Shabwani, sospettato di attentati e sequestri di stranieri, è stato ucciso nella notte in scontri con le forze di sicurezza a Sanaa. Lo ha annunciato l'Alto comitato per la sicurezza. In una nota ufficiale pubblicata dall'agenzia ufficiale Saba, un portavoce ha precisato che l'uomo era "uno dei membri di al Qaida più pericolosi e ricercati, e uno dei leader della rete, coinvolto in sequestri e omicidi di poliziotti e cittadini stranieri".

SDA-ATS